La Prima Volta con un Trans: Racconti Erotici TOP

La mia Prima Volta con un Transessuale

Storie e Racconti Erotici per Adulti 0 29812


Prima di iniziare nel mio racconto vorrei fare una precisazione, quelli descritti sono tutti incontri reali, incontri che non sono frutto della mia fantasia ma che ho potuto per fortuna vivere sulla mia pelle. Sono un vero Dottor Jekyll e Mister Hyde e spero di affascinarvi per poter incontrare nuove persone che potranno diventare protagonisti dei miei nuovi racconti, che ne dite?

La Prima Volta con un Trans- Racconti Erotici

Scusatemi per la mia eterna introduzione ma sono davvero fiducioso di incontrare qualcuno su questo sito che vorrà incontrarmi proprio in base ai miei reali racconti.
Questo secondo capitolo delle mie avventure racconta la mia prima volta con una trans, anche questa conosciuta via internet. Non è molto facile incontrare una trans femminile in questo modo e avere rapporti con lei in maniera non mercenaria. A me è riuscito utilizzando l’inganno e la cosa sinceramente mi fa vergognare un po’…è forse l’unica volta in vita mia in cui non sono stato limpido.
Conobbi M. in un sito di amore, lei cercava la sua anima gemella con la speranza di trovare un qualcuno che non desiderasse una trans per un solo rapporto sessuale. Purtroppo i transessuali vengono visti prevalentemente come oggetti sessuali quando in realtà sono le persone più sensibili di questo mondo e ciò che chiedono non è altro che un po’ di affetto, quell’amore che non trovano mai per alleviare quella sofferenza di essere in un corpo che non vogliono.
Nei confronti di questa trans mi posi come una persona dolce e sensibile (quale sono in realtà anche se in quel caso lo facevo ancora di più per secondi fini), che desiderava instaurare un rapporto di tenero affetto con lei. La cosa che mi piaceva è che abitavamo non troppo lontani e ciò non poteva che giovarmi.

Io Adoro i Transessuali!

Dopo lunghe ed interminabili telefonate venne il momento dell’incontro, io ero molto imbarazzato anche perché non l’avevo mai vista in foto mentre lei aveva visto me e quindi ero terrorizzato perché da sempre adoro i trans, persone solitamente con un corpo meraviglioso ma con alcune eccezioni e la mia paura era di trovarmi davanti una trans mostruosa anche se sapere che aveva lavorato in una discoteca mi tranquillizzò un po’.
Andai a prenderla a casa e mi si parò davanti vestita in maniera molto semplice, niente tacchi o altro (tipico dei transessuali) ma con scarpette da ginnastica, jeans e una maglietta. Il viso era molto carino e anche il seno non era male, era una terza abbondante.
Immediatamente non rimasi eccitato, lo ammetto, immaginavo di incontrare una persona super agghindata ed invece avevo davanti una “donna” molto semplice.
Il programma lo stabilì lei e il primo posto in cui andammo fu un locale alternativo, che si rivolgeva soprattutto a trans, trav, gay, lesbiche ecc…diciamo che non era un paradiso per un etero come me.
Ma l’atmosfera era realmente coinvolgente e grazie anche alla quantità industriale di alcool che buttai giù accettai di andare in un locale privè con un suo amico, una sua amica lesbica e una altra trans. Il suo amico A era un uomo di 52 anni, non assolutamente bello ma in qualche modo interessante, la sua amica T era invece una donna di 42 anni con un viso bruttissimo ma con un corpo da favole mentre l’altra trans era la classica che tutti immaginiamo, 190 cm con i tacchi, culo eccezionale e fisico pazzesco.
Mi ricordo che andammo nel privè, io ero ormai completamente ubriaco e senza più alcun freno inibitorio e per la prima volta nella serata mi avvinghiai a lei…non riuscivo però a rimanere indifferente all’altra splendida trans e alla sua amica.
Come vi ho detto inizialmente lei era gelosa perché pensava che io desiderassi lei per sentimento e non per altro ma non era cosi e volle portarmi via di lì.
Andammo a casa sua e l’atmosfera divenne sempre più incandescente, mi portò nella sua cameretta e il suo primo impulso fu quello di mettere all’interno del video una videocassetta di un film porno in cui protagonisti erano trans.
Ero eccitatissimo e il pompino che mi fece mi mandò in estasi, era proprio vero quello che mi era stato detto, ossia che i transessuali sono fantastici nel rapporto orale. Non vedevo l’ora di penetrarla anche se nella mia testa non riuscivo a levarmi lo splendido trans sua amica che avevamo lasciato nel locale…pensavo a lei e il mio pene diventava sempre più turgido.
Mi chiese, mi implorò di incularla e iniziai a farlo, avevo bevuto molto e non riuscivo a venire, la inculai per almeno 40 minuti e le sue urla non facevano altro che eccitarmi ancora di più…mai come in quei momenti ero selvaggiamente desideroso di scopare e mai come in quei momenti facevo sesso pensando ad un’altra persona.
Finalmente venni, ero esausto e mi ricordo che tutti e due ci addormentammo…la mattina successiva mi svegliai, lei mi disse amore e io la salutai per andarmene a casa rispondendole allo stesso modo…sapevo che non l’avrei mai più rivista e mi vergogno ancora ora per come trattai M, ma desideravo troppo una trans come lei e per averla ho dovuto diventare ciò che disprezzo…uno che calpesta i sentimenti.
Da quel giorno non mi sono mai più comportato in quel modo e ancora adesso me ne vergogno…spero che questo mio altro racconto di vita e di sesso vi abbia eccitato, sono tutte situazioni che ho vissuto sulla mia pelle. Questa storia rispetto alla precedente è anche un po’ triste perché il mio comportamento è stato stronzo e sbagliato…non fate come me perché io non l’ho fatto mai più…vi do appuntamento alla mia prossima avventura dopo aver fatto anche la morale, sto diventando meglio dei fratelli Grimm.

Scrivetemi se volete incontrarmi o se volete fare commenti…se mi incontrerete potreste essere voi i prossimi protagonisti dei miei racconti…non vi intrigherebbe essere al posto della trans??? Trans femminili siete sempre state il mio sogno, che ne dite? Ci incontriamo?
Ciao da Francesco…

728x90.1