Racconti Scopate Mamma e Figlio di 15 anni

Racconti Scopate Mamma e Figlio di 15 anni

Storie e Racconti Erotici per Adulti 0 68959

Per una madre, il bene di suo figlio viene al primo posto. Pensateci bene: siamo le prime che lo vediamo dopo la nascita, visto che li partoriamo, siamo le prime che lo vedono nudo e lo lavano, siamo le prime che lo nutriamo, e siamo le prime che cercano in ogni modo di togliere ogni loro desiderio.

Racconti Scopate Mamma e Figlio di 15 anniPer questo, non appena Nicola divenne un adolescente, decisi di essere la prima a prendere la sua verginità: questo per evitare che qualche piccola male intenzionata potesse umiliarlo a causa della sua inesperienza, e che potesse prenderlo in giro poiché ancora vergine.
Così, dopo diverse settimane di riflessione, decisi di prendere una scelta che potrebbe essere anche non condivisa, ma della quale non mi vergogno: decisi di avere un rapporto sessuale con mio figlio, anche perché ero sicura che lui per me provasse una grande attrazione fisica.

Così, un giorno d’inverno piovoso come tanti altri, decisi di affrontare l’argomento del sesso con mio figlio quindicenne: lo feci salire in camera mia la sera, mentre suo padre era a lavoro, e gli spiegai che per molte donne l’uomo deve essere in grado di farle godere, e che io ero pronta ad insegnargli tutti i trucchi.

Seppur imbarazzato, Nicola accettò, e come prima cosa gli sfiorai il suo pisello, facendoglielo indurire, spiegandogli che questi sono primi giochini che molte donne praticavano: poco dopo gli presi le sue manine ancora lisce e mi feci sfiorare il corpo, e con grande stupore notai che mio figlio sapeva come e dove toccare.
Le sue mani fredde scesero fino alla natura, e mentre mi toccava, tra un gemito e l’altro gli spiegai come stimolare una donna, ed anche qui rimasi sorpresa: senza dirgli nulla, mio figlio, dopo avermi toccata, decise di compiere il passo successivo, leccandomela profondamente.

Per me, che sono una quarantenne, riprovare tali sensazioni fu strano, soprattutto perché mi sembrava che mio figlio fosse un esperto.
Prima di farmi venire, Nicola si spoglio, si mise un profilattico del padre, ed inizio a penetrarmi, facendo della sua mamma la sua donna, facendomi godere come non mai.
Sempre più voglioso, Nicola mi fece girare e mettere a pecorina, e continuo a penetrarmi: poco dopo mi chiese di cavalcarlo e di farlo venire, cosa che non mi rifiutai di fare, e mentre lo toccavo lo accarezzavo, facendolo godere, fino alla sua esplosione.
Pochi giorni dopo quell’intenso rapporto, Nicola mi ringraziò e mi spiego che grazie a me ed ai miei consigli, era in grado di far godere la sua fidanzatina, anche se devo ammetterlo, sono molto gelosa del fatto che ora una ragazzina abbia l’opportunità di godere come ho goduto io con mio figlio.

728x90.1